Cannabis shop, il Ministro Grillo: “non chiuderanno, ma servono regole”

Il parere del Consiglio Superiore di Sanità sulla Cannabis light

Il Consiglio Superiore della Sanità, nominato dal precedente Ministro della Salute Lorenzin, ha chiesto di vietare la vendita della cannabis light o erba legale.

La assurda decisione del Css è legata alla costatazione che  “anche se a basse concentrazioni potrebbe avere effetti negativi a lun

go termine”.  In sostanza, siccome non si può escludere che abbia degli effetti a lungo termine, allora meglio vietarne la vendita.

Le dichiarazioni del Ministro Giulia Grillo: i cannabis shop rimarranno aperti, ma bisogna stabilire delle regole

Il neoministro della salute Giulia Grillo ha dichiarato che le conclusioni del CSS sono “forzate” e che, al momento, non c’è nessuna intenzione di  chiusura dei canapa shop, casomai una regolamentazione.

La chiusura dei cosiddetti cannabis shop, come weed24 (negozio automatico aperto 24/7 al centro di Roma), sembra dunque non essere al momento in discussione.

Probabili restrizioni

Per il ministro Grillo, in quota Movimento 5 Stelle, sarà necessario un divieto di vendita per i minori. Per la cannabis light si seguirà quindi quanto è già stato fatto per alcol e fumo di sigarette. Secondo quanto trapela dalla capitale potrebbe essere dunque previsto anche un potenziamento del corpo specializzato dei Nas. Per creare una task force dedicata al controllo dei punti vendita.